Educational

Alitosi: conoscerla per affrontarla – PillolaStore Blog

Da 22 ottobre 2018 Nessun Commento

Alitosi: conoscerla per affrontarla

Si tratta di uno sgraditissimo fenomeno che in qualche misura ha più o meno colpito la quasi totalità della popolazione, stiamo parlando dell’alitosi ovvero dell’odore sgradevole dell’alito dovuto a patologie respiratorie o metaboliche.

In molti casi può essere correlata anche ad uno squilibrio nella composizione del microbiota del cavo orale per cui alcuni batteri metabolizzano in maniera piuttosto rapida sostanze di origine proteica assunte mediante l’alimentazione e/o presenti nel muco e nella saliva producendo composti volatili solforati (CSV) alla base del cattivo odore.

Generalmente oltre all’odore  sgradevole dell’alito possono verificarsi un senso di bocca “impastata” e un particolare acuirsi dell’odore sgradevole in particolari momenti della giornata (fenomeno in genere frequente e ripetuto).

La prima cosa da stabilire è se l’alitosi sia una condizione primaria oppure sia dovuta ad una patologia di diversa natura.

Infatti se dovuta ad altra patologia mediante la cura della stessa sarà possibile risolvere la problematica mentre se dovuta ad un problema del cavo orale sarà possibile procedere mediante una corretta e regolare igiene e mediante e attraverso l’utilizzo di probiotici specifici.

Ovviamente l’igiene orale se già non praticata richiede sia il regolare utilizzo di dentifricio e spazzolino dopo i pasti che la pulizia delle aree difficilmente raggiungibili mediante filo interdentale e colluttorio.

In questo senso è preferibile non utilizzare prodotti aggressivi onde non lesionare la mucosa e le strutture del cavo orale.

Periodicamente potrebbe essere utile utilizzare un colluttorio alla clorexidina (in opportune formulazioni anti-macchia) onde intervenire nella “bonifica” del cavo orale, pratica che diviene particolarmente interessante soprattutto prima di un periodo di utilizzo di probiotici per il cavo orale, onde ridurre le popolazioni batteriche residenti facilitando le possibilità di colonizzazione e/o comunque la persistenza dei ceppi probiotici utilizzati.

Questo con un netto miglioramento della dell’efficacia e dei relativi risultati.

Prodotti Consigliati:

Clicca sulle immagini per acquistare su PillolaStore.com

Esistono inoltre tutta una serie di rimedi di “emergenza” da applicare nel caso si ripresenti il disturbo in assenza della possibilità di attuare le soluzioni appena discusse.

In questo contesto è possibile intervenire mediante l’utilizzo di prodotti igienizzanti sotto forma di deodoranti e igienizzanti spray oppure sotto forma di compresse masticabili.

Le diverse soluzioni proposte possono permettere di affrontare o quantomeno gestire questa problematica, considerando comunque che l’applicazione delle pratiche igieniche deve rappresentare una costane in grado di divenire un vero e proprio stile di vita, ricordando che per l’ottenimento di risultati apprezzabili e stabili spesso possono volerci anche tempistiche prolungate dai 60 ai 90 giorni.